E-Enduro Series – Alassio 2018 #1

Andrea Bruno centra il podio alla prima prova del Circuito Nazionale Enduro dedicato alle biciclette a pedalata assistita (https://e-enduro.it/)

Andrea Bruno scores a good 3rd place at the first round of the Italian E-BIke Enduro Championship in Alassio (https://e-enduro.it/)

40898164301_2a94925725_oLe biciclette FLYER subito protagoniste grazie al terzo posto assoluto di ANDREA BRUNO e alla vittoria di Laura Rossin, entrambi su UPROC7 – Enduro 160 motorizzata Panasonic della casa Svizzera.

40189629814_cef5791bb7_o È stato un week end all’insegna del maltempo in quel di Alassio. Una condizione che ha messo a dura prova rider e biciclette con tanta acqua, tanto fango e tanto freddo.23ab839a-2c08-48b5-9ec6-ff3c9f457ebdI percorsi, molto impegnativi fisicamente in condizioni di asciutto, sono diventati anche più impegnativi del previsto nelle condizioni estreme del week end con tanti tratti resi davvero insidiosi, scivolosi, al limite della percorribilità in qualche caso.

Andrea Bruno è sceso in campo un pò a digiuno di preparazione ma con la solita grinta e voglia di portare a casa un buon risultato e il terzo posto è sicuramente un risultato sopra le aspettative:

“Si, sono molto contento. Innanzitutto mi sono divertito, ho solo sofferto un pò il freddo perchè siamo stati sotto  il diluvio per 5 ore con temperature sotto i 10 gradi! Le speciali rese così difficili mi hanno fatto proprio divertire perché hanno richiesto grande precisione, impegno nella guida e una buona dose di malizia. Guidare in queste condizioni è più difficile ma più appagante. La bici elettrica è messa a dura prova così come il rider perché tutto è più faticoso: la pedalata diventa estremamente pesante, la guida richiede più energia e lucidità.

In queste condizioni limite sono emerse la qualità e la performance della mia FLYER UPROC7, prodotto senza compromessi che, mentre molti sono stati costretti ad abbandonare per problemi elettrici e meccanici, mi ha permesso di correre al top per tutta la gara e aiutato molto con il terreno pesante grazie al potente motore Panasonic.”

A differenza di quanto si possa pensare di primo acchito, affrontare una gara con una bicicletta a pedalata assistita non toglie impegno, fatica e richiede comunque grandi doti tecniche:

“Si, la cosa più banale che si può pensare è che è facile gareggiare con una bici elettrica. Intendiamoci, se si affronta lo stesso percorso o lo stesso itinerario senza fretta questo è assolutamente vero. Se invece si tratta di gareggiare allora gli equilibri si spostano perchè queste biciclette sono più pesanti, sono più faticose da guidare al limite, richiedono un approccio più morbido e meno irruento a costo di sfinirsi in un non nulla.

40004764755_f513079a41_oInsomma, come tutte le discipline, ha le sue peculiarità e certamente richiede una guida pensata, di sfruttare il motore e la batteria con parsimonia, di capire quando è il caso di forzare sulla pedalata e quando no (dopo i 25km/h il motore non assiste più e questo implica che tutto il peso della bici viene fuori).

D’altro canto però è vero che chi non ha ambizioni di classifica può affrontare la gara più come una escursione, approfittare dell’assistenza, dei ristori, della sicurezza e magari percorrere km e dislivelli che non riuscirebbe a percorrere con la bicicletta normale in così poco tempo.”

40898471401_8edcfc3016_oInsomma, una nuova era che non fa altro che seguire il trend del mercato, dove certamente la connotazione agonistica non è quella prioritaria così come d’altronde non tutti coloro che vanno in bici da corsa fanno le granfondo o le ultramarathon.

Complimenti al vincitore Alex Gennesi e al giovane Simone Martinelli per il gran ritmo, ma a tutti i partecipanti per aver portato a termine una gara così impegnativa e agli organizzatori che hanno tenuto botta in condizioni così difficili anche per loro.

Prossima tappa del circuito nazionale Enduro Elettrico prevista a Pietra Ligure il 15 Aprile, dove Andrea sarà nuovamente in gara.

Qui i video onboard con Andrea sulle prove speciali della gara in condizioni di asciutto, qualche giorno prima della competizione:

AB ONBOARD PS1 Alassio – ricognizione a vista
AB ONBOARD PS2 Alassio – ricognizione a vista
AB ONBOARD PS3 Alassio – ricognizione a vista

Qui la sua bicicletta: una FLYER UPROC7 8.70  equipaggiata con motore Panasonic X0 e battery pack Panasonic 432Wh con piccole personalizzazioni rispetto al modello di serie:

– pneumatici WTB CONVICT DH 2.5
– forcella SUNTOUR DUROLOX Factory 160mm

20180316_092051_001CLICCA QUI e scopri di più riguardo FLYER BIKES, il primo marchio al mondo nel settore delle E-BIKE

Per chi volesse provare l’esperienza della bici assistita, le fantastiche FLYER BIKES e ricevere qualche consiglio direttamente da Andrea può rivolversi al DEMO CENTER TRIBE a Vicoforte (CN)